Italian

Luoghi di culto

    DUOMO DI SANTA MARIA - Paluzza

    L'attuale chiesa ingloba l'abside quattrocentesca dell'antica chiesetta, dove lavorò nel 1555 Giuseppe Furnio, pittore sanvitese seguace dell'Amalteo. Da ammirare i suoi affreschi sulla volta costolata e nelle lunette. Nella stessa cappella si può ammirare l'ancora lignea di Antonio Tironi, del primo decennio del Cinquecento. Da vedere è poi la pala risalente al 1661 rappresentante la Madonna del Carmine. Interesantissimo è il grande organo.

     

    CHIESA DI SAN DANIELE PROFETA - Paluzza

    Costruita nei pressi del Castrum Moscardum, posto a controllo della strada che portava all'importante passo di Monte Croce, la chiesa esisteva già alla fine del Duecento ed i primi documenti in cui viene nominata risalgono al 1327. Nella chiesa attuale, risalente alla metà del Settecento, si possono ammirare: affreschi di ascendenza tiepolesca, un grande tabernacolo ligneo facente funzione di mensa d'altare e un antico organo. Questi ultimi furono costruiti per la chiesa di Santa Maria di Paluzza, poi quando questa venne distrutta nel 1913 trasportati in quella di San Daniele.

     

    foto di Laura Plozner Van Ganz

    CHIESA DI SAN LORENZO - Fr. Rivo

    La chiesa è ricca di testimonianze di interesse artistico, come l'altare maggiore costituito da un polittico del 1594 ed attribuito alla bottega di Gian Antonio Agostini, inserito in una cornice barocca della fine del Seicento. Opere degne di nota sono pure il paliotto del martirio di San Lorenzo risalente al 1727 e la pala rappresentante San Francesco, datata 1673, opera dei un artista paluzzano.

     

    foto di Beppino Di Centa

    CHIESA DI SAN OSVALDO - Fr. Cleulis

    Entrando nella chiesa spicca la pala posta sull'altare maggiore, risalente alla metà del XVIII secolo, rappresentante la Madonna tra i Santi Osvaldo, Emidio e Simone. Sulle pareti laterali dell'abside è invece possibile ammirare due tele rappresentanti due temi di ampia rilevanza sociale per la frazione e l'intero Comune: la partenza degli emigranti e le Portatrici Carniche.

    CHIESA DI CRISTO RE - Fr. Timau

    Grandiosa chiesa a tre navate consacrata nel 1964, sulla facciata presenta un grande mosaico di Ernesto Mitri. Nel 1975 alla chiesa fu donato uno dei più importanti crocifissi lignei d'Europa, alto 12 metri e dal peso di 30 quintali.

     

    foto di Laura Plozner van Ganz

    CHIESA DI SANTA GERTRUDE - Fr. Timau

    Le prime notizie scritte su questa chiesa risalgono al 1300, quando sorgeva nel luogo dove oggi si trova il Tempio Ossario. In seguito ad una spaventosa alluvione nel 1729 venne distrutta assieme all'antico paese e poi ricostruita in un sito più sicuro. All'interno si possono ammirare l'altare maggiore di pregievole fattura settecentesca, due tele di artisti ignoti raffiguranti rispettivamente l'Assunzione della Vergine e Santa Gertrude patrona del paese, con la Vergine ed il Bambino. Infine spicca un interessnte altare laterale ligneo in stile Barocco, al centro del quale si trova la statua di San Giovanni Nepomuceno risalente al XVII secolo.

     

    foto di Dania Matiz